Da Marlene a Charlotte * Wenn ich mir was wünschen dürfte *

Wenn ich mir was wünschen dürfte

è una canzone cantata da Marlene Dietrich nel 1930 e poi ripresa nel film Il portiere di notte in una indimenticabile scena interpretata da Charlotte Rampling.

 

marlene3

Man hat uns nicht gefragt,

als wir noch kein Gesicht,

ob wir leben wollen,

oder lieber nicht.

Jetzt gehe ich ganz allein,

durch eine große Stadt,

 

und ich weiß nicht einmal,

ob diese Stadt mich lieb hat?

 

Dann schau ich in die Stuben,

durch Tür und Fensterglas,

und ich höre, warte,

auf etwas, (aber was)

 

Wenn ich mir was wünschen dürfte,

käm ich in Verlegenheit,

was ich mir denn wünschen sollte,

eine schlimme, oder gute Zeit?

 

Wenn ich mir was wünschen dürfte,

möchte ich etwas glücklich sein,

denn sobald ich gar zu glücklich wär,

hät ich Heimweh nach dem Traurigsein.

 

Menschenskind,

warum glaubst du bloß,

gerade dein Leid, dein Schmerz,

währen riesengroß,

Wünsch dir nichts!

Dummes Menschenkind,

Wünsche sind nur schön,

solang sie unerfüllbar sind.

 

TRADUZIONE

Nessuno ci chiese, quando ancora non avevamo alcun volto,

se ci fosse piaciuto vivere o meno

ora vago da sola in una enorme città

e non so se essa è innamorata di me

guardo per le stanze, attraverso porte, finestre

ed aspetto ed aspetto qualcosa

se potessi desiderare qualcosa

mi sentirei in imbarazzo

cosa dovrei desiderare,

un cattivo od un buon momento?

se potessi desiderare qualcosa

vorrei esser soltanto un poco felice

perché se fossi troppo felice,

avrei nostalgia della tristezza

se potessi desiderare qualcosa

mi sentirei in imbarazzo

cosa dovrei desiderare,

un cattivo od un buon momento?

se potessi desiderare qualcosa

vorrei esser soltanto un poco felice

perché se fossi troppo felice,

avrei nostalgia della tristezza.

 

*****

Informazioni su beatrix72

Mi chiamo Francesca Erriu Enrew Sono Master Reiki e Trainer in percorsi olistici In questo blog uso il nome di Beatrix, uno dei miei contatti di esseri senza tempo (di cui parlerò in un articolo). Nata a Cagliari, dopo gli studi si trasferisce a Roma per iniziare il suo percorso di “ricerca interiore”. Qui approda a varie esperienze, frequentando gruppi di pratica Sciamanica e di Neo-paganesimo. Fino all’incontro con il Reiki, che apre le porte al suo futuro come insegnante e formatrice in percorsi olistici. Frequentando i corsi presso l’Università Popolare Olistica Natural-Mente di Roma (diretta dalla Trainer e Master Reiki Lucia Panniglia), acquisisce il titolo di Master Reiki e inizia ad insegnare la disciplina. Tiene inoltre gruppi di meditazione e di serate esperienziali volte alla conoscenza del sé per un percorso di consapevolezza e di guarigione. Nel contempo, inizia il suo percorso con un nuovo tipo di guarigione, il Quantum Healing – o Guarigione Quantica – basato sulle scoperte di studiosi russi (come Grabovoi e Petrov). Dopo il corso suddiviso in tre livelli, arricchita dalle varie esperienze acquisite, diventa Trainer in Quantum Healing. L’interesse dalla Sardegna rispetto questa nuova guarigione è forte, tanto da convincerla – insieme ad altri fattori – a tornare nella sua terra per proseguire il suo percorso di ricerca e insegnamento. Il suo percorso comprende: Master Reiki metodo Usui Trainer in Quantum Healing Percorsi di neo-paganesimo e sciamanesimo Lettura dei Registri Akashici Se vuoi scrivermi fuori dal blog la mia mail è zetazeta72@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Cinema e Libri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...