Contest “Autori Solidali”

Grazie al gruppo di Autori Solidali per il contest “Quante Storie” e per essere arrivata tra i finalisti con il mio racconto “Dolcetto o scherzetto?”

I racconti dovevano trarre ispirazione da un disegno di “Il telaio storto”

Qui il link al racconto:

Pubblicato in Stories * Poesie e Canzoni | Contrassegnato | Lascia un commento

No violence

“In tutta la mia vita non ho mai esercitato un atto di violenza né fisica né morale. Non perché io sia fanaticamente per la non-violenza. La quale, se è una forma di auto-costrizione ideologica, è anch’essa violenza. Non ho mai esercitato nella mia vita alcuna violenza né fisica né morale semplicemente perché mi sono affidato alla mia natura cioè alla mia cultura.”
(P.P.P )

Non so se una sentenza possa cambiare le cose – me lo auguro – ma la cultura forse sì!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Finiamola qui

Finiamola qui

Tra cielo e terre

Prima che ti possa dire sì

Oltre le stelle

Prima che tu possa fare altro

Il coraggio di un salto

Facciamolo qui.

(F.E.)

*The million dollar hotel*

Pubblicato in Stories * Poesie e Canzoni | Contrassegnato | Lascia un commento

Rivista letteraria Malpelo n.5

“Il bello è brutto il brutto è bello”

Rivista Malpelo n.5 *Streghe*
Tanti racconti e poesie piene di magia… disponibile su Amazon

Pubblicato in Cinema Musica e Libri | Lascia un commento

Cavalli 21.6.22

Nella luce più chiara

Si sente la preghiera

Se l’amica più vera

Si chiama

luna piena

Non nei boschi 

Sperduti 

Nei soli nei fiumi

Ma nei cieli mai visti

Brilleranno i tuoi lumi. 

F.E.

A una poetessa

Io vorrei solamente il mio cuore

Distendere in nuove lenzuola

Io vorrei solamente il mio petto

Togliere da quel cassetto

Unica ed infinita 

Io vorrei solamente, la vita. 

F.E.

Pubblicato in Stories * Poesie e Canzoni | Contrassegnato | Lascia un commento

Il Vampiro e i suoi simboli *new book!

*New!

*Il vampiro e i suoi simboli* Viaggio da Dracula di Stoker al vampiro ultramoderno

(Lupi editore)

🌟🌟 e-book e cartaceo

Partendo dal romanzo di Bram Stoker, creatore del personaggio letterario del vampiro Dracula, in questo testo si analizzano le caratteristiche principali dell’essere vampiro da diverse angolazioni. Il vampiro come malato, il vampiro condannato alla vita eterna, il vampiro e la sessualità repressa, il vampiro come metafora dell’Aids e cosi via. Dall’analisi del personaggio letterario si passa a quella delle creature cinematografiche, cercando di capire perché il cinema ha subìto sin dai suoi esordi la fascinazione del vampiro, dai capolavori espressionisti a Coppola.

Su Amazon anche un estratto:

Pubblicato in Cinema Musica e Libri | Lascia un commento

*Recensioni* Rivoglio i Matia, con Antonella Ruggiero

RIVOGLIO I MATIA, CON ANTONELLA RUGGIERO

di DARIO ZIZZO (Ed. Montag)

Non siamo più abituati alle lettere, al limite usiamo le mail o il più delle volte messaggi più o meno brevi. Questo romanzo è una lunga lettera, e questa scelta ci porta un po’ indietro nel tempo, in un’atmosfera che sembra non esserci più, a ciò che eravamo. Anche l’insolito nome del protagonista, Agilulfo, in un certo senso ci trasporta in un tempo diverso dal nostro. Eppure non si parla di tempi antichi, si parla degli anni ottanta, che molti di noi hanno felicemente vissuto e ricordano, ma che per i giovani sono davvero molto lontani. Ma attenzione, non si tratta solo di un amarcord per nostalgici; sebbene la nostalgia sia dietro l’angolo – con le canzoni, le trasmissioni del tempo, gli eventi collettivi (come la storia di Alfredino Rampi) – ecco che il lungo flusso di coscienza di Agilulfo, scrittore egli stesso, vuole dirci anche altro: vuole farsi portavoce dell’autore che “approfitta” di lui per esprimere le sue opinioni su tanti aspetti dell’esistenza. E allora trovano spazio la vita, la morte, l’amore, la pazzia. Ed è un mondo ricco di aggettivi. Tra ricordi di scuola e personaggi davvero coinvolgenti, momenti esilaranti di fantozziana memoria.

Non mancano le invettive contro gli idoli della società moderna, le critiche alla politica e ad alcuni ambienti: “Ogni volta che ti vogliono rifilare una fregatura, dicono che è la democrazia”. Critiche in cui mi sono molto riconosciuta. I contrasti abbondano: la libertà e la schiavitù dell’individuo, che crede di essere libero possedendo tutto per poi vivere secondo ciò che il consumismo impone. Come nella lunga scena del ferragosto – “Signore, liberaci dai riti dell’estate” (parole sante).

Molto efficaci le descrizioni del popolo che si muove in massa,  situazioni molto dettagliate, i personaggi molto pirandelliani si alternano piacevolmente, da parenti solitari a prostitute quasi uscite dalla canzoni di De André. A un certo punto avrete la sensazione che non succeda niente, vi chiederete dove si vuole andare a parare, vi smarrirete, ma arriverete comunque alla fine, perché il colpo di scena c’è, e non è quello che vi aspettereste.

Sarebbero troppi i passaggi che mi piacerebbe citare, ma scelgo questo stralcio sugli anni ottanta:

“Se dovessi definire quegli anni, gli Ottanta, direi che furono anni colorati come il cubo di Rubik, come Boy George, come gli Swatch, psichedelici, di luci psichedeliche, furono una selva di flash sparati contro gli occhi, forse delle monete d’oro false brave a trarci in inganno (…)”

Per finire, se cercate una struttura secondo i modelli più diffusi di narrativa, se vi piacciono i turning point e cercate un villain,  preparatevi a un altro tipo di avventura perché tutto questo non c’è (forse). Preparatevi a godere della scrittura di questa opera prima, perché è davvero fluida, accattivante, e l’autore rende tutto reale. Magari quando finirete, cercherete quella lettera scritta e mai spedita, come ho fatto io.

Consigliato!

Pubblicato in Cinema Musica e Libri | Lascia un commento

Contest “Quante Storie”

Il Contest “Quante Storie” della pagina Autori Solidali è ora in corso! Il racconto (max 4500 caratteri) deve essere ispirato a un disegno di *Il telaio storto*

Se volete potete leggere e votare il mio DOLLY semplicemente con un like sul post della pagina *__* Grazie

Pagina Facebook:

https://www.facebook.com/autorisolidali

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Semidio

Tu che da solo

riesci a dirmi Addio

Con i baci dati

e sorrisi stratificati

Tu che da solo

mi sembravi un dio

Di stelle e aria

sarà il ricordo mio

Di carne e cuore

sarà il ricordo tuo.

F.E.

*Art by C.Cant*

Pubblicato in Stories * Poesie e Canzoni | Contrassegnato | Lascia un commento

Disarmiamoci

Non ho pace

Nei mi piace

Non ho tregua

– Sei un seguace

Metto foto

Niente porto

Solo noia

Di quel nuovo

Mai trovato

Tempo scorre

Noi restiamo.

F.E.

***

Disarmiamoci.

Disarmatevi

Ma non disamatevi!

Pubblicato in Stories * Poesie e Canzoni | Contrassegnato | Lascia un commento