*Recensioni* Nuovi Autori

La vita semplice*

La vita del titolo è (o sembra) semplice, mentre semplice non è l’intento, riuscire ad esprimere con costante voce-pensiero il punto di vista di un ragazzino autistico. E ancora meno semplice era riuscirci degnamente, come appunto è riuscito a fare l’autore. Tra ironia e malinconia, la storia ci porta dentro questa piccola famiglia e le loro “avventure” quotidiane: Alberto nel suo mondo che sembra avulso dalla realtà ma non lo è, i genitori ognuno nel tentativo di fare del proprio meglio con il figlio ma distratti dal loro egoismo. Una donna fin troppo combattiva, fanatica se vogliamo, che riesce però ad essere tenera (a dispetto delle sue simpatie politiche che qui non svelo) – e un padre apparentemente più in balia degli eventi. Insomma i bambini crescono mentre gli adulti non trovano più se stessi e si smarriscono. Ho apprezzato molto lo stile e alcune scene talmente ciniche da essere divertenti, ricordandomi per certi versi “Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte” di Mark Haddon, raccontato dal punto di vista di un quindicenne con la sindrome di Asperger. Con la sua patologia, Alberto sviluppa un rapporto quasi simbiotico con la madre, ma ancora più forte e bello è il suo rapporto simbiotico con il cane Full. L’autore dimostra di conoscere bene le dinamiche emotive dei suoi personaggi, e di essere informato su ciò che scrive, il che è sempre ammirevole. Dal mio punto di vista, alcuni personaggi ed eventi di contorno hanno rischiato di far perdere un po’ la bussola o comunque divagare, ma questo non va comunque ad incrinare la bellezza di un romanzo coraggioso. “Lo so che si può avere una vita semplice. Tanti ce l’hanno. Tantissimi.”

*Amore, vinile e polvere*

Sarà che mi piacciono i racconti, sarà il gusto di tante storie diverse in carrellata, ogni storia che diventa una canzone da assaporare, ascoltare, in un concerto senza fine. Ed è così che non puoi evitare di danzare, di farti trascinare dai nomi evocativi – Jim Morrison, poi Tommy e poi Bob… – di viaggiare in una Londra notturna (in “Merce danneggiata”), rappresentazione di grandi sogni giovanili, fino alla ballata rock dolce e graffiante di “Proprio come miele” (Just like honey) per arrivare ai ricordi del tempo delle mele (Just can’t get enough); e poi impossibile non canticchiare Enola Gay insieme alle due protagoniste. Una penna divertente (preti che ascoltano i Judas Priest), a tratti dissacrante e un po’ cattiva (come in “Venus”) ma creatrice di suggestivi quadri notturni (“Luna assassina”). Heaven knows I’m miserable now – sembra di sentire alla fine del libro – e “lo Spirito Santo scese giù dall’alto del cielo, tra luci blu e drum machine”.
Brava Beatrice Maffei! 

*Darian Darkage*

Se amate il sovrannaturale, il fantasy e l’ambientazione gotica questo romanzo fa per voi. Il protagonista Darian è uno speziale disposto a tutto pur di salvare la sua amata famiglia, la moglie e la figlia colpite da un male incurabile ma anche misterioso. Lo aiuterà il piccolo e simpatico Loren. Inizia così un viaggio che porterà Darian alla scoperta dell’ignoto, in una Londra notturna con ambientazioni che ricordano le avventure di Faust e il suo celebre patto col diavolo. Strade notturne da cui da un momento all’altro potrebbe spuntare persino il dottor Jekyll. Dietro la lotta tra creature della notte si nasconde in realtà una lotta tra ceti sociali, con personaggi borghesi e personaggi dei bassifondi ad alternarsi nelle varie scene. Descrizioni molto accurate, personaggi credibili, uno stile che riesce a tenere acceso l’interesse per la storia e le sorti dei personaggi. To be continued….

Informazioni su beatrix72

Come tutte le anime in viaggio, a un certo punto ho sentito di dover mettere insieme tutto ciò che scrivevo o percepivo da tempo. Così è nato questo blog, dove in particolare trascrivo i messaggi dei miei contatti con le Stelle (Beatrix di Sirio). Questi sono raccolti nella categoria “Esseri senza tempo“. Nelle altre categorie troverete: i miei scritti narrativi – come racconti, poesie e canzoni (“Stories“) articoli sull’arte, musica e consigli su libri o film (“Cinema e libri“) articoli sulle pratiche olistiche del mio lavoro, come il Reiki e i Registri Akashici (“Guarigione/Healing“) In questo blog uso il nome di Beatrix, uno dei miei contatti di Esseri senza tempo (di cui parlerò in un articolo). Se vuoi scrivermi fuori dal blog la mia mail è zetazeta72@gmail.com Ti invito a visitare anche la pagina Facebook: https://www.facebook.com/ALTernativa-Reiki-Quantum-1380445245610719/
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...